Warning: include(html/template.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.centroinfanziapollicino.it/home/templates/school/index.php on line 95 Warning: include(html/template.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.centroinfanziapollicino.it/home/templates/school/index.php on line 95 Warning: include(): Failed opening 'html/template.php' for inclusion (include_path='.:/php5.3/lib/php/') in /web/htdocs/www.centroinfanziapollicino.it/home/templates/school/index.php on line 95

I libri e i bambini

Categoria: Articoli Pubblicato: Mercoledì, 09 Dicembre 2015

I libri sono ali che aiutano a volare
i libri sono vele che fanno navigare
i libri sono inviti a straordinari viaggi
con mille personaggi l’incontro sempre c’è”

È il ritornello di una canzone dello Zecchino d’Oro (2001) e rispecchia l’importanza dei libri, fin dai primi anni di vita.

I bambini molto piccoli utilizzano il libro come un giocattolo, lo mettono in bocca, lo calpestano, imparano a manipolarlo, lo rompono e pian piano familiarizzano con le immagini prima che con le parole.

La lettura al nido passa soprattutto, anzi quasi esclusivamente, attraverso le immagini, ancor meglio se mediate da un personaggio “narratore”, che può essere una marionetta o un pupazzetto, a cui l’educatrice dà voce e vita.

 

Un adulto che legge ad alta voce ad un bambino compie un atto d’amore, e ciò ha risvolti importanti per lo sviluppo della personalità del piccolo sul piano relazionale, emotivo, cognitivo, linguistico, sociale e culturale.

Dal punto di vista relazionale, nell’esperienza condivisa della lettura e dell’ascolto, adulto e bambino entrano in sintonia reciproca attraverso i mondi che prendono vita tra le pagine del libro, in una comunicazione intensa e piacevole fatta di emozione, amicizia, complicità, fiducia, che rinsalda il loro legame affettivo. Dal punto di vista emotivo, leggere una storia ad un bambino gli consente di esplorare le sue emozioni più intime in compagnia degli adulti che possono contenerlo, rassicurarlo, fornirgli spiegazioni. Dal punto di vista cognitivo, la lettura offre al bambino un canale alternativo di conoscenza, oltre all’esperienza diretta; favorisce la comprensione di sé e del mondo che lo circonda; allarga la mente alla scoperta e all’esplorazione; sviluppa l’immaginazione, la fantasia, la creatività, la curiosità; amplia la memoria; potenzia le capacità logiche e astrattive. Sul piano linguistico, la lettura stimola lo sviluppo del linguaggio, arricchisce il vocabolario, migliora la qualità lessicale. Dal punto di vista sociale, è dimostrato che i bambini abituati alla lettura operata dalla famiglia in età prescolare, presentano migliore rendimento scolastico, inserimento sociale, capacità di risoluzione dei problemi, cosa che acquista ancor più valore per i piccoli provenienti da famiglie con situazione di svantaggio socio-culturale, nei quali la difficoltà di lettura e scrittura contribuisce al rischio di abbandono scolastico, con incremento della povertà e dell’emarginazione. Sotto il profilo culturale, infine, la trasmissione di storie e racconti da adulti a bambini è stato visto come uno dei canali del passaggio di valori, messaggi etici e tradizioni da una generazione all’altra.

(da www.pianetamamma.it)

 

«Oggi all’asilo è venuto a trovarci un topino inglese, tutto grigio, con lunghi baffi e le orecchie rosa. Dormiva nella sua scatolina così abbiamo bussato per svegliarlo …”wake up!”

Wow! Appena sveglio ci ha salutati tutti e ha chiesto il nome di ognuno di noi … “Hello” I’m Mousy…”

Com’era buffo!!! Ci ha detto che gli piace tanto leggere le storie e ci ha fatto vedere un libro carino che aveva tanti disegni. Nel libro c’erano tanti bimbi, ognuno nato in un posto diverso del mondo, c’erano quelli con i capelli biondi e la pella rosa chiaro, quelli con i capelli scuri e la pelle un po’ bruna e quelli con i capelli neri e la pelle marrone … tutti avevano dieci dita alle mani e dieci dita ai piedini … proprio come noi Pollicini!!!

Mousy ha detto che tornerà a trovarci, e ci racconterà un’altra storia, o se vogliamo, racconterà di nuovo la stessa, tutte le volte che vogliamo, perché a noi è piaciuta tanto!»

Simone ed Emma hanno aiutato Mousy a rientrare nella sua scatolina per dormire e poi abbiamo colorato tutti insieme un simpatico topino che gli somigliava tanto».

 

VEDI ANCHE

 

LETTURA CREATIVA

Visite: 1561

Centro Giochi Pollicino - Asilo Infantile

Via Tivoli 2/2 - 65015 Montesilvano (PE)

3398767297

web: www.centroinfanziapollicino.it  -  mail: info@centroinfanziapollicino.it

Cookie Policy